Care aziende, la vostra pubblicità compare accanto a notizie false e incitazioni all’odio: #avoistabene ?

Se anche voi, come me, avete installato AdBlock qualche anno fa e da allora non ne avete più fatto a meno, può darsi che non ci abbiate mai pensato, ma dietro alle bufale c’è un vero e proprio business. Anzi, mi correggo: accanto alle bufale c’è un vero e proprio business.

I siti che hanno fatto della condivisione di bufale e di complotti il loro marchio di fabbrica generano molto traffico. Questo, ci piaccia o no, è un fatto. E chi si occupa di inserzioni pubblicitarie se ne è accorto, tanto che se vi fate un giro su uno di questi siti con AdBlock disattivato vi troverete di fronte a cose come queste:

Continua a leggere

Ouverture

Benvenuti nel Bunker Debunker!
Un blog di e sul myth debunking, o, per dirla all’italiana, di e sulla demistificazione delle bufale.

Prima di cominciare, urge dare qualche coordinata di base.
Ad esempio:

to debunk, verbo transitivo, /ˈdiːˈbʌŋk/
demistificare, smascherare, sfatare

Il myth debunking è l’operazione con cui, attraverso la verifica dei fatti e dei dati, si smontano o si ridimensionano le bufale, i falsi miti o le esagerazioni.

Perché abbiamo bisogno del myth debunking? Perché le bugie, al tempo di internet, non hanno le gambe corte. E non le hanno neanche i falsi allarmi, le esagerazioni, le finte notizie scambiate o spacciate per vere, le distorsioni intenzionali o accidentali della realtà, gli errori in buonafede e le leggende metropolitane.
Nel fiume in piena di informazioni che irrompe quotidianamente nelle nostre vite, tra social network e media più o meno tradizionali, forse abbiamo bisogno di un posto in cui tirare il fiato e fare un po’ di sano fact checking. Un bunker, insomma, in cui ci siano il tempo, lo spazio e gli strumenti di cui abbiamo bisogno per reagire criticamente alle notizie che leggiamo.

L’obiettivo di Bunker Debunker non è quello di combattere una guerra: questo bunker è un rifugio sicuro e ospitale, non una piazzaforte armata. Non voglio puntare le armi contro nessuno. Al massimo, contro qualcosa: la disinformazione fatta in malafede, ad esempio.

Bunker Debunker non vuole ingaggiare una gara con gli altri debunker. E neanche una corsa contro il tempo: per smontare ogni bufala esistente in tempi rapidi servirebbe un esercito di debunker attivi 24 ore al giorno, e questo modesto blog non dispone di simili risorse.

BD farà debunking di alcuni casi particolarmente vistosi o esemplari, ma punta a dedicare ampio spazio alle bufale in sé e per sé (perché nascono, perché ci crediamo, chi ci guadagna etc.) e al debunking in sé e per sé (come farlo, perché farlo, chi lo fa e in che modo etc.).
In fondo, Sun Tzu ha detto “conosci il tuo nemico”, ma anche “conosci te stesso”.

Buona lettura!