Credi veramente di sapere evitare le bufale? Mettiti alla prova!

L’abbiamo pensato tutti almeno una volta:

“Io non ci sarei cascato…”
“Bastava fare un paio di controlli!”
“Ma come hanno fatto a pensare che fosse Parigi? Si vede benissimo che è Praga!”

Ogni tanto gli errori dei giornali e delle tv sono così marchiani che certi pensieri vengono quasi automatici. A volte la foto del terrorista in realtà ritrae una persona che con l’Isis non ha mai avuto niente a che fare. Altre volte si scopre che l’immagine dell’uomo che salva un cane dall’uragano Sandy è stata scattata un anno prima nelle Filippine:

padrone cane salva salvato uragano

L’immagine esiste online dal 2011, dunque almeno un anno prima che l’uragano Sandy colpisse gli Stati Uniti

E infine ci sono volte in cui si pensa di aver pubblicato un ritratto di David Bowie, e in realtà si tratta di quello di un suo imitatore. Insomma, le figuracce capitano. Colpa della fretta, ma anche dell’incapacità di  leggere correttamente una fotografia. Servono spirito di osservazione e un briciolo di esercizio. Per questo First Draft News ha messo a punto un quiz grazie a cui chiunque può mettersi alla prova. Solo un gioco? Più che altro un corso accelerato – sebbene elementare – di decodifica delle fotografie.

Verificare un’immagine significa infatti prima di tutto comprenderla: chi si ferma al suo significato apparente corre il rischio di sbagliare. Meglio andarci con i piedi di piombo e farsi qualche domanda. La prima: qual è la storia di questa immagine sul web? La risposta la troviamo con Google Reverse Image Search o con TineEye. E poi? Per capire se un’immagine rappresenta davvero quel che dice di rappresentare bisogna aguzzare gli occhi.

Ad esempio, se la didascalia dice che una certa foto è stata scattata a Beirut, è buona cosa cercare al suo interno nomi di vie o di esercizi commerciali da verificare su Google. E se in piena estate un utente di Twitter posta un’immagine della sparatoia in corso vicino a casa sua, la presenza di persone vestite con sciarpa e guanti potrebbe essere un segnale d’allarme. Ma visto che la teoria non è un’insegnante valida quanto la pratica, vi invito a fare la Observation Challenge di First Draft News. Con un avvertimento: il quiz è molto più facile della realtà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...