Spacciare bufale per pochi euro

Uno in meno. Il sito www.senzacensura.eu non esiste più: la Polizia Postale l’ha oscurato. Non era che una goccia nel mare delle bufale in lingua italiana, certo, ma possiamo comunque festeggiare. La sua chiusura dimostra che non è lecito diffondere notizie false che istigano all’odio: il gestore del sito, denunciato da un giornalista locale, è accusato di istigazione alla discriminazione razziale, un reato punibile con la reclusione fino a un anno e sei mesi. La buona notizia, però, nasconde un retroscena amaro.

folla

Le bufale di Senza Censura erano monotone: avevano per protagonisti immigrati violenti e italiani ridotti a vittime o, occasionalmente, eroi. “Immigrato stupra bambina di 7 anni – recita uno dei titoli – il padre gli taglia le palle e gliele fa ingoiare”. In tutte queste storie non c’era nulla di vero: il webmaster le inventava di sana pianta, le spammava sulle sue numerose pagine Facebook e poi, pazientemente, aspettava gli introiti pubblicitari.  Ecco cos’era Senzacensura.eu: un sito che marciava sui sentimenti peggiori delle persone per pochi spiccioli. Il suo proprietario,  un ventenne di Caltanissetta incensurato, ha dichiarato di non avere nulla contro gli stranieri: a lui interessava soltanto il profitto. E lo rivendicava. Quando bufale.net ha smascherato una delle sue bufale, lui ha risposto così:

Questa è la seconda volta che mi fai pubblicità, grazie ancora! Come ben saprai non esiste ne buona ne cattiva pubblicità,basta che sia pubblicità quindi grazie ancora!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...